Assemblea della Croce Rossa

Assemblea della Croce Rossa

Sabato 27 giugno 2020 i delegati dell’Assemblea della Croce Rossa (ACR) hanno approvato la nuova Strategia 2030 della Croce Rossa Svizzera. Hanno inoltre eletto Marzio Medici nuovo membro del Consiglio della Croce Rossa e convalidato il rapporto annuale 2019. A causa della pandemia di coronavirus l’ACR si è tenuta per la prima volta in formato digitale.

L’Assemblea della Croce Rossa ha eletto il presidente dell’associazione cantonale di Uri Marzio Medici successore di Marc Geissbühler, il quale ha assunto la presidenza della Fondazione umanitaria CRS il 1° gennaio 2021. I delegati hanno infine eletto Pius Bernet quale nuovo membro della Commissione di controllo della gestione.

Organo supremo dell’associazione, l’Assemblea della Croce Rossa adotta le principali decisioni strategiche della CRS ed elegge i suoi organi. L’ACR è composta da 97 delegati delle 28 organizzazioni affiliate: 64 appartenenti alle associazioni cantonali della Croce Rossa e 33 appartenenti alle organizzazioni di salvataggio della Croce Rossa.

L’Ufficio di revisione esterno viene eletto dall’ACR per un mandato di un anno. Nell’anno in esame l’incarico è stato nuovamente attribuito a Ernst&Young con sede a Berna.

La CRS dispone di una Commissione di controllo della gestione (CCG) interna e indipendente, istituita dall’ACR. Il suo compito all’interno dell’associazione è vigilare sull’applicazione, da parte degli organi direttivi della CRS, dei Principi fondamentali, degli Statuti, della Missione e delle decisioni dell’ACR.