Finanze 2020

Il riepilogo finanziario, il conto annuale e il conto annuale consolidato dell’Associazione Croce Rossa Svizzera (CRS) sono disponibili online per la consultazione, il download e la stampa.

Impiego dei fondi

in Svizzera e all’estero 2020

  • Svizzera 93%
  • Estero 7%

Provenienza dei fondi

CHF 575 mio.

  • Forniture e prestazioni 45%
  • Prestazioni su mandato dell’ente pubblico 26%
  • Donazioni/contributi benefattori e membri 20%
  • Contributi di enti assistenziali e organizzazioni non profit 9%

Impiego dei fondi

CHF 582 mio.

  • Personale 45%
  • Forniture e materiale per progetti 39%
  • Altri costi d’esercizio 14%
  • Appelli per la raccolta fondi 2%

Sostegno della DSC e della Catena della Solidarietà

Nel 2020 la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) ha sostenuto con 10,4 milioni di franchi i programmi di cooperazione allo sviluppo a lungo termine della CRS.

La Confederazione ha inoltre messo a disposizione della CRS 2,8 milioni di franchi per l’aiuto in caso di catastrofe, 1,2 milioni di franchi per progetti e altri 1,2 milioni di franchi in cambio dell’esecuzione di mandati.

La CRS ha ottenuto dalla Catena della Solidarietà 11,3 milioni di franchi per progetti legati alla pandemia di coronavirus, all’aiuto d’emergenza e alla ricostruzione.

Contributi della Confederazione

Nel 2020 l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) ha stanziato 11,7 milioni di franchi a sostegno delle prestazioni di aiuto agli anziani fornite dalle associazioni cantonali della Croce Rossa.

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha versato un contributo di 362 000 franchi nel quadro di una convenzione di sovvenzioni per il campo d’intervento delle pari opportunità in materia di salute nonché 120 000 franchi destinati alle campagne contro il Covid-19 nei media delle comunità di migranti.

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha versato un contributo di 675 000 franchi destinato ai cinque ambulatori situati a Berna, Ginevra, Losanna, San Gallo e Zurigo nonché al coordinamento di «Support for torture victims», la rete a cui appartengono.